webseite
Book Reviews

Polo Ralph Lauren Vintage 67 rolex falsi

Polo Ralph Lauren Vintage 67 rolex falsi

La collezione di orologi rolex falsi Ralph Lauren comprende un modello di ispirazione vintage con cassa a cuscino, con quadrante dal design classico e movimento manuale.

Anche se la maggior parte di voi sicuramente associa Ralph Lauren alla moda, l’azienda crea anche orologi da diversi anni. Tuttavia, queste non sono le tipiche “mutandine” per poche centinaia di zloty, ma orologi solidamente pensati e non peggiori con uno stile abbastanza specifico, ma piacevole. Di RL abbiamo scritto per l’ultima volta in occasione del modello “Bearfoot Negroni Bear” creato insieme a The Rake, che ritrae in modo accattivante un famoso orso su un quadrante… con un cocktail non meno famoso in mano .

La RL Polo Vintage 67 (67 nel nome si riferisce all’anno di fondazione del marchio) si ispira al design degli anni ’20 e ’30 del secolo scorso. La cassa a forma di cuscino con anse corte e sottili, corona a cipolla e finitura sabbiata (come effetto del tempo) ha un diametro di 40 mm, uno spessore di 9,1 mm, con fondello in zaffiro e vetro zaffiro con rivestimento antiriflesso sul davanti. È chiuso sotto un quadrante argentato iridescente con una piccola lancetta dei secondi a taglio di lumaca per l’una. 6. Sia gli indici orari che le lancette sono ricoperti da un’abbondante vernice nera. Nella parte superiore del quadrante è presente un logo POLO Ralph Lauren oversize.

L’orologio è alimentato da un calibro a carica manuale LJP7380. La costruzione della manifattura La Joux-Perret ha una riserva di carica di 90 ore, un bilanciere a 3 Hz e una serie di decorazioni di base, tra cui strisce e perle di Ginevra.

La Ralph Lauren Polo Vintage 67 può essere selezionata con un cinturino in pelle di vitello marrone o con un cinturino “a fascia” in pelle. Il prezzo della copia è di 2.460 EUR (~ 11.600 PLN).

Polo Ralph Lauren Vintage 67

Cartier Pebble

Come ogni anno, Cartier ha aggiunto un altro elemento al suo puzzle nella collezione Prive, questa volta a forma di sassolino, che ricorda i tempi del design straordinario degli anni ’60 e ’70.

Limitato a soli 150 pezzi, con cassa in oro giallo, l’orologio sarà probabilmente un boccone difficile da ottenere, soprattutto considerando l’interesse dei collezionisti per il marchio e i suoi modelli unici.

Si può presumere che la novità discussa non sarebbe sorta se non fosse stato per uno dei record storici d’asta: l’originale Pebble degli anni ’70 è stato venduto l’anno scorso dalla rinomata casa d’aste Phillips per CHF 403.000, dirigendo gli occhi degli appassionati di creazioni vintage a questo straordinario modello.

L’originale Pebble è stata fondata a Londra, una delle tre filiali Cartier in quegli anni (le altre sono New York e Parigi, ciascuna guidata da uno dei tre fratelli Cartier). Vale la pena ricordare che ogni filiale era autonoma in termini di ciò che veniva fatto nei laboratori di gioielleria del marchio e la maggior parte dei modelli erano unici per Cartier in una determinata città. Le creazioni di New Bond Street guidate da Jean-Jacques Cartier sono considerate le più griffate, in particolare il modello più famoso, ovvero il Crash creato nel 1967.

Gli orologi londinesi erano dei veri e propri modelli “su misura” – il meccanismo appropriato è stato selezionato per il design approvato da Jean-Jacques con Jaeger-LeCoultre (fornitore a lungo termine di varietà e casse per Cartier), e poi, nell’officina londinese di Wright & Davies, furono preparate casse in metalli preziosi, cinturini su misura (abbinati alla fibbia pieghevole Cartier, brevettata nel 1909) e gli elementi combinati in un orologio finito, che aspettava un facoltoso cliente in una Londra boutique. I numeri mostrano quanto fossero rari questi orologi: il Pebble stesso è stato realizzato in grandi dimensioni per un totale di 6 pezzi.

Cartier ha giocato non solo con la forma esterna dell’orologio, ma anche con combinazioni non standard di figure geometriche e la disposizione dei quadranti, il cui miglior esempio è Pebble, con un quadrante ruotato di 45 gradi con incise ore uniche .

La cassa in oro 18 carati del nuovo modello, nella misura di 36 mm, è quasi identica all’originale e segue l’attuale tendenza di non fare orologi. L’altezza molto ridotta dell’orologio, pari a 6,3 mm, è il risultato dell’utilizzo del calibro 430MC (riserva di carica di 38 ore e velocità di clock di 21.600 A/h) con uno spessore di 2,15 mm. Il movimento a carica manuale (fornito da Piaget, che ama le creazioni ultrasottili) è ovviamente decorato e preparato adeguatamente nella manifattura di Cartier, ma non è nuovo, poiché è nel portafoglio del marchio da molti anni e guida un’ampia gamma di modelli, dal Santos Dumont in acciaio ai modelli top Tank Louis Cartier.

Le caratteristiche classiche di Cartier includono un pizzo impreziosito da cabochon blu e lancette colorate di blu. Le ore sul quadrante beige sono splendidamente stampate, senza dimenticare l’elemento iconico – la firma nascosta – inscritta nel numero 7 sotto forma di una scritta Cartier in miniatura.

Pebble non presenta anse a vista che escono dalla cassa in quanto tale – sul fondo è montato un cinturino in pelle di vitello con la classica fibbia dorata, senza disturbare la forma rotonda (lo stesso procedimento si può osservare nel già citato modello Crash).

Non c’è dubbio che Pebble sarà un oggetto unico e ambito e solo i migliori clienti del marchio avranno l’onore di acquistare un’icona londinese, quindi non sorprende che il prezzo sia di £ 40.000 (~ PLN 219.000).

Omega De Ville Prestige: la terza generazione di classici

La linea classica degli orologi De Ville Prestige ha subito una metamorfosi: Omega li proporrà in un’intera gamma di dimensioni, materiali, colori del quadrante e finiture. Inoltre, le versioni meccaniche forniranno i calibri certificati Master Chronometer.

Il nome De Ville è apparso per la prima volta nel contesto degli orologi nell’ottobre 1960 come parte della collezione Seamaster. Si riferiva a modelli eleganti e semplici, che oggi potremmo audacemente definire “abiti” (sottolineato da uno degli slogan: “Omega così sottile che ti abbraccia il polso”). Poiché i subacquei stavano guadagnando sempre più popolarità negli anni ’60, la linea Seamaster era riservata agli orologi subacquei e i classici De Ville furono separati nel 1967 come una collezione completamente separata. Il decennio successivo le è valso il Grand Prix Triomphe de l’Excellence Européenne, che si è tradotto in un significativo aumento di riconoscimenti.

Nel 1994 compaiono sul mercato i primi modelli De Ville Prestige (DVP). Gli orologi si distinguevano per diverse soluzioni caratteristiche, come un bracciale formato da più file di maglie e una cassa a forma di “culla a tripla mela”. Questi elementi accompagnavano anche la seconda generazione DVP del 2012, che utilizzava un movimento certificato come cronometro e lo scappamento coassiale Co-Axial di George Daniels. Il 2022 porta la terza edizione della collezione. Per cominciare, Omega ha preparato 6 referenze che si differenziano sia per il materiale della cassa, che per il colore del quadrante, per le dimensioni e per il meccanismo utilizzato.

Omega De Ville Prestige 41 mm di riserva di carica e piccoli secondi

Il primo modello è una variante con cassa in acciaio lucido da 41 mm, che ospita un quadrante in una nuova tonalità bluastra. La sua superficie leggermente convessa è decorata con un motivo e una spazzolatura caratteristici e unici. Dall’esterno del quadrante, vedrai una stretta scala dei secondi in stile ferrovia e indici orari applicati (numeri romani e sfere alternate). La parte centrale del design è un quadrante dei piccoli secondi (a ore 9), un indicatore della riserva di carica con datario (a ore 6), così come il logo Omega e una scritta che mostra cosa ha l’orologio ” sotto il cappuccio”.

istanbul escort

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
casino siteleri canlı casino siteleri 1xbet
brazzer porn
yespornplease